Maryam Amir Farshi Nejad

Maryam Amir Farshi Nejad

(artista performer / visivo, Sperta del`Arte) è nata a Teheran
Laureato in Arti visive presso l’Università di Boligna (Magisterale). È una pittrice, artista, poetessa, performer e critica d’arte. Attualmente vive a Rovigo dove continua il lavoro del Circolo di Rovigo come Artistca e direttore grafico.

Università di Bologna

2015 – 2018. Master in Arti Visive, Bologna, Italia
Tesi: “Il femminismo nelle opere di artisti iraniani dopo il 1979”

Mahe Mehr Academy, Teheran, Iran

2011 – 2013. Corso di pittura, corso di storia e critica d’arte

scuola superiore in Business, MFT Institute, Teheran, Iran

2009 – 2011. Corso in EMBA

Università di Scienza e Cultura (Elmofarhang), Teheran, Iran

2005. Laurea in Arti visive (Grafica)

 

Esperienza lavorativa

2019 – oggi direttore artistico del Circolo di Rovigo
2013 – 2018 Artista freelance (grafico, illustratore, ricercatore)
2004 – 2013, CEO di Tarh saz mehr, Graphic Design & Advertising co.,
2001 – 2006, insegnante in diverse scuole
2001 – Presente, direttore artistico individuale e grafico
2011 – Presente, critico d’arte e giornalista per diverse riviste e giornali d’arte (shargh Daily, etadad, shahrvand),
2013 – 2016, consulente di marketing
2004 – 2013, CEO di Tarhsazmehr, (un’agenzia pubblicitaria), Teheran, Iran
2005 – 2007, Direttore Artistico e Graphic Designer presso Publishing LTD
(SHAHRVAN), Teheran, Iran
2004 – 2006, Direttore del Graphic & Marketing Officer presso Market &
Studio pubblicitario (Cheshm Ara), Teheran, Iran
2001 – 2006, Insegnamento presso la scuola d’arte di Rahbaran, (a tempo parziale)

Esperienza di lavoro artistico
Esposizione e prestazioni

2019, ha partecipato a 2 concorsi d’arte (Artigianato e pittura), Rovigo, Italia
2019, Installazione artistica, COOL-TOIR STREET, Bologna, Italia nell’area ebraica 2018, Performanc nella Galleria “Tarahan Azad” (come Violenza contro le donne, sfregiata dall’acido), Teheran, Iran
2018, Mostra di dipinti, COOL-TOIR STREET, Bologna, Italia
2017, mostra individuale di pittura (I deny pain) in “Ripasso Bar”, Bologna, Italia
2017, Performance alla 28a conferenza della fondazione di studi sulle donne iraniane, “21 ° secolo femminile rinascimento o regressione” Firenze, Italia (come violenza contro le donne, sfregiata con acido)
2017, “El Ricon Bohemio”, Mostre di pittura e performance nel “Laboratorio 2 Torri” con la poetessa CinziaRusso (Protesta contro la censura e la violenza contro le donne, il poeta è stato plastificato), Bologna, Italia
2015, “Tehran virtuale o reale” nella “Aran Gallery” di Teheran, in Iran
2013, temperamenti stracciati, mostra individuale di dipinti nella Galleria “Mohsen” a Teheran, in Iran
2013, “Memorial of Hiroshima” nel Museo “Ghasr” di Teheran, in Iran
2012, “Pulire il pianoforte”, esibizione nell ‘”Ambasciata d’Austria” con M. Behboudi, Teheran, Iran
2010, Mostra personale di pittura nella “Royal Gallery” di Teheran, in Iran
2008, Mostra individuale di pittura nella Galleria “Barg” di Teheran, in Iran
2007, Mostra individuale di pittura in “Laleh Gallery” a Teheran, in Iran

Altre

Membro dell’associazione culturale delle donne iraniane dal 2005 ad oggi
Collabora con riviste e giornali dal 2000 ad oggi
Pubblica due raccolte personali di poesie: “23 giorni di solitudine” e “Era tutta colpa della madre”; e suona una terza parte. Volume recitato sulla musica di Mazda Shahani2000 – 2011, partecipazione come attrice in scenografie teatrali

 

 

Fare ciò che ami è la libertà. Amare ciò che fai è felicità.